L’Acquario Con Discus – Guida Definitiva

Tempo di lettura 5 minuti

Il Padrone Dei Nostri Acquari

Discus colorato

In questo articolo parleremo proprio di lui: il Discus, il Re indiscusso dei nostri acquari!

Si tratta di un pesce coloratissimo, con atteggiamenti che fanno pensare quasi a un’intelligenza molto simile a quella umana. Per quanto mi riguarda, possiedo un acquario con Discus da circa due anni e vi posso assicurare che non tornerei mai più indietro, pensate che ho quasi la sensazione che mi riconoscano quando vado a dargli da mangiare. Sono davvero fantastici ma adesso bando ai sentimentalismi! Conosciamoli…

L’Habitat Dei Discus

Rio delle amazzoni

I Discus, comunemente conosciuti anche con il nome di pesce Disco, appartenenti alla famiglia dei Cichlidae, hanno come luogo di origine le distese d’acqua del Rio delle Amazzoni. Posti incantevoli e pieni di vegetazione, all’interno di queste acque sono presenti un’infinità di rocce e radici che aiutano i nostri amici a difendersi da eventuali predatori.

Nel video qui sotto potrete vedere come vivono nel loro ambiente naturale:

Come Allevare i Discus?

La prima informazione che bisogna avere ben chiara è proprio che non sono pesci adatti a qualsiasi acquariofilo. Già, proprio così… Sono pesci che richiedono un’attenzione costante, che hanno bisogno di essere accuditi con impegno, pena se no la spesa sul vostro portafoglio e anche l’importanza affettiva che darete ai vostri nuovi amici.

Ecco cosa serve per allevarli:

  • Un acquario di dimensioni ragionevoli e per ragionevoli intendo almeno dai 300 lt in sù!
  • Un ottimo sistema di filtraggio, non avete idea di quanto sporchino, quindi pensate ad aumentare la portata del vostro sistema di filtraggio.
  • Una costanza settimanale nel cambio del 30% d’acqua.
  • La somministrazione di vitamine per mantenerli sempre in forma
  • La piantumazione abbastanza fitta, in modo da creare delle zone d’ombra.
  • Valori dell’acqua sempre molto stabili.

Se siete disposti a tutto questo, allora questo pesce fa per voi, vi garantisco che vi ripagheranno ogni sacrificio!

Di seguito, per semplificarvi la vita, vi allego una tabella con i valori ideali dei Discus:

PhDa 6 a 7,5
Gh1520
Kh810
Conduttività Elettrica700/800 μs
Temperatura 28/29°

Ti potrebbe interessare: Pesci Acqua Dolce tropicale: 4 Pesci Perfetti


Come Allestire La Vasca?

Acquario di discus

Ci sono due scuole di pensiero, la prima strategia è quella di usare della sabbia sul fondo per ricreare un biotopo il più simile possibile a quello presente in natura, la seconda invece si tratta di non mettere alcun fondo per evitare che lo sporco si annidi in ogni angolo, mantenendo così dei valori molto più stabili.

Per quanto mi riguarda, vi posso dire che ho tentato ogni genere di layout, passando dalla sabbia scura alla sabbia chiara, al fondo in quarzo, per poi ancora provare a non metterci niente sul fondo. Volete sapere qual è stata la mia scelta definitiva? Beh, decisamente un fondo con sabbia bianca, che aiuta i nostri amici a trovare meglio il cibo fondo, una bella radice di mangrovia e almeno 5/6 piante di Vallisneria che crescendo a vista d’occhio hanno creato un bell’ambiente naturale. L’ingrediente segreto poi è stato inserire delle foglie di catappa, che oltre a dare l’effetto ambrato all’acqua aiutano a prevenire un sacco di grattacapi, come per esempio lo sfrangiamento delle pinne, la malattia del buco (alla quale i discus sono molto soggetti) e l’eventuale formazione di ammoniaca.

L’Alimentazione Dei Discus

Questo è un paragrafo al quale dovrete fare molta attenzione. Come per le persone, anche per loro serve un’alimentazione molto variegata. Quindi scordatevi il cibo in fiocchi che davate ai vostri pesci rossi perché se li alimenterete male li vedrete deperire e morire nel giro di pochissimo tempo.

In commercio troverete un sacco di alimenti adatti ai pesci Disco ma i veri allevatori preparano loro il pastone in casa per essere sicuri di sapere cosa danno ai loro animali. In giro per il web troverete molte ricette, facili e non, che faranno al caso vostro.

Se invece non avrete né voglia e né tempo di dedicarvi a questa impresa, potrete optare per il cibo surgelato che si vende in commercio oppure acquistare su Amazon un prodotto adeguato.

Al fondo dell’articolo troverete tutti i prodotti che vi servono, sia per l’allestimento che per l’alimentazione dei vostri pesci.

N.B.: Non date ai vostri Discus le larve di zanzara surgelate e se proprio volete dargliele, siate parsimoniosi. Perché? Perché nonostante loro ne vadano matti, questo genere di alimento li predispone a sviluppare la malattia del buco!

Scala Gerarchica E Compatibilità:

Partiamo dal presupposto che sono pesci davvero molto pacifici, potrebbero vivere con chiunque ma soffrono la presenza di pesci veloci e soprattutto, evitate di abbinarli agli scalari. Molti pensano che siano un’accoppiata vincente, alcuni addirittura riescono a farli convivere ma non è mai una buona idea tentare perché i litigi saranno frequenti.

Quindi, un sì ben deciso a specie come ancistrus, neon, cardinali e petitella. Per quanto riguarda invece l’inserimento di altri elementi della stessa specie, sono sempre consigliati, dato sono animali da branco, l’ideale è l’inserimento di circa 4/5 esemplari.

Una nota molto interessante dei Discus, dalla quale deriva anche il soprannome del “Re degli acquari”, è proprio quella di avere un capo branco, una volta inseriti i vostri esemplari vi accorgerete come un di loro prevarrà sempre sugli altri e darà una sorta di ordine alla vasca!

Le Stress Bar

Discus con stress bar

I Discus sono molto semplici da capire quando sono agitati, infatti posseggono delle barre ai lati del loro corpo che si scuriranno quando si sentiranno nervosi o stressati. Queste si chiamano proprio stress bar e solitamente sono 9. Impossibile non notarle!

La Riproduzione

Se vorrete un giorno pensare di riprodurli tenete in considerazione che vi servirà una vasca solo per questo genere di attività perché nelle vasche di comunità i piccoli avannotti non avranno vita lunga e saranno visti come cibo dai compagni di vasca.

Per capire se c’è una coppia nella vostra vasca dovrete osservare il comportamento dei due esemplari. Vi accorgerete della sua presenza se li vedrete sempre molto vicini, inoltre la loro danza di corteggiamento consiste nello sfarfallamento delle pinne.

La procedura per allevarli è la seguente:

  • Isolare la coppia,
  • Predisporre una luce soffusa che sia accesa anche di notte per tenere sotto controllo le uova
  • Inserire un cono di argilla per fargli depositare le uova
  • Stare molto attenti ai valori dell’acqua

Il tempo di schiusa è di circa 48 ore. Quando usciranno dalle uova si attaccheranno al corpo della mamma per alimentarsi con il suo muco, dopo circa 15 giorni inizieranno a nuotare da soli. Solo dopo un mesetto, però, potrete togliere i genitori dalla vasca per permettere ai piccoli di crescere in autonomia!


Homepage