Dalla Maturazione Dell’Acquario All’Inserimento Dei Pesci

Tempo di lettura 2 minuti

La maturazione dell’acquario è uno scalino che dovremo necessariamente attraversare. Non esiste alcun modo o maniera per evitare questo passaggio. In questo periodo nell’acquario inizieranno ad esserci i primi cambiamenti chimico-fisici che daranno poi stabilità all’ecosistema. Il periodo di durata è di 30 giorni, nè più e nè meno. Non ci sono scappatoie, se non quella di aspettare!

Non dovrete fare assolutamente niente, tutto ciò che avverrà in vasca non dovrà essere manomesso o toccato.

Nei filtri non dovrete mettere nessun filtraggio chimico ma affidarvi solo al filtraggio meccanico e biologico.


Approfondimento: Il filtraggio meccanico, biologico e chimico!


Potrete trovarvi di fronte ad un esplosione batterica, ve ne accorgerete perché l’acqua diventerà torbida rendendovi impossibile anche la vista degli arredi, non preoccupatevi. Sono i batteri di cui abbiamo tanto parlato che stanno cercando una fissa dimora nel filtro, quando la troveranno l’acqua diventerà limpida.

Potrebbe anche capitarvi di vedere delle muffe bianche sui legni oppure delle alghe rossastre. Anche qui, niente di preoccupante. Entrambe sono normali in tempi di maturazione e spariranno da sole. Le prime potrebbero anche essere mangiate da alcune lumache che inseriremo dopo la maturazione, le seconde invece solo le famose diatomee, delle alghe comuni in fase di avvio dell’acquario e che spariranno alla sua fine. Nel caso non succedesse basterà passarci un dito sopra per toglierne l’eccesso.

E se l’acqua diventa gialla/ambrata? Anche questo è normale. Si tratta dei tannini presenti nei legni. A tanti questo colore piace perché rende l’acquario molto più naturale, tanti invece preferisco l’acqua più chiara. Se voi fate parte della seconda scuola di pensiero, allora, potrete procedere con dei cambi d’acqua a fine maturazione. Per un risultato ottimale vi consiglio di utilizzare il carbone attivo.

L’unica accortezza che dovrete avere sarà quella delle luci, infatti esse vanno accese per almeno 5/6 ore al giorno per permettere alle piante di ricevere la giusta illuminazione!

Inserimento Dei Pesci:

Pesce nel sacchetto

Ebbene sì, ce l’abbiamo fatta, stiamo per aggiungere l’ultimo dettaglio al nostro bellissimo quadro in movimento: i pesci!

Se siamo arrivati fin qui vuol dire che i 30 giorni sono trascorsi e che il nostro acquario è ormai in bolla! Se non sai quali pesci inserire per il tuo primo acquario ti consiglio di leggere l’approfondimento qui sotto!

4 pesci semplici per il tuo primo acquario

Al di là della specie di pesce che abbiamo scelto d’inserire dovremmo seguire una prassi uguale per tutti per il loro inserimento:

  • Inserire il sacchetto ancora chiuso in acquario e attendere 5 minuti per far sì che la temperatura si adegui.
  • Aprire il sacchetto e attaccarlo all’acquario con una pinza, facendo in modo che non si sposti a causa della corrente in acquario
  • Prendere un bicchiere e versare un po’ di acqua dell’acquario nel sacchetto. Attendere altri 5 minuti, questo servirà ad aiutare l’acclimatazione del pesce.
  • Ripetere l’ultimo passaggio almeno altre 4 volte.
  • Prendere un retino, pescare il pesce dal sacchetto e immetterlo in vasca. Cercate di non far mischiare l’acqua del sacchetto con quella dell’acquario.

Ed ecco che avremo finalmente completato il nostro acquario. L’unica cosa che dovremmo fare ora è svolgere una manutenzione regolare. Leggi l’ultimo capitolo della guida!


Capitolo successivo: La Manutenzione In Acquario: Trucchi per una buona riuscita!