Tecniche Di Fertilizzazione In Acquario

Piante in acquario

Come tutti gli organismi viventi, anche le piante hanno bisogno dei loro nutrimenti per vivere e noi acquariofili dobbiamo affinare il nostro pollice verde per far crescere delle piante sane e rigogliose.

Oltre a somministrare anidride carbonica e luce, elementi essenziali per la fotosintesi clorofilliana dovremmo conoscere quali sostanze nutritive serviranno alle nostre piante. Queste si dividono in macronutrienti e micronutrienti.

I macronutrienti sono:

  • Potassio
  • Calcio
  • Fosforo
  • Azoto
  • Zolfo

I micronutrienti invece sono i seguenti:

  • Boro
  • Rame
  • Cobalto
  • Zinco
  • Magnese
  • Ferro

Tutte queste sostanze sono contenute all’interno dei fertilizzanti che si dividono in fertilizzanti liquidi e composti da mettere sul fondo.

Fertilizzanti liquidi

Questo genere di fertilizzante serve per dare le giuste sostanze nutritive alle piante, di solito vengono somministrate settimanalmente oppure giornalmente. Dipende da che tipo di prodotto si acquista, le giuste indicazioni di dosaggio le troverete nelle istruzioni.

Fertilizzanti da fondo

Acquario piantumato

Questi invece, come dice la parola stessa vanno messi sul fondo, proprio come un concime. La loro disposizione è un po’ più laboriosa e dovremo quindi farla in fase di allestimento.

Quando si pensa alla piantumazione delle piante bisogna anche tenere presente che le radici hanno bisogno del giusto flusso d’acqua, perciò bisognerà creare ben tre strati sul fondo per assicurarsi che non si creino delle zone anaerobiche che portino alla formazione di batteri cattivi per il nostro acquario.

  • Fondo 1: ci servirà un ghiaietto a granulometria media come per esempio la roccia vulcanica in granuli oppure la ghiaia pomice
  • Fondo 2: il fertilizzante da fondo, che andrà messo solo dove penseremo di piantare le piante. Quindi non servirà cospargerlo ovunque, di solito si mette sui lati e sul fondo della vasca.
  • Fondo 3: La sabbia o il ghetto al quarzo che abbiamo scelto.

Il mio consiglio è quello di fare uno strato di almeno 2 cm per fondo, per un totale di 6 cm. Se arrivate anche attorno agli 8 cm meglio ancora!

E se il mio acquario è già avviato?

In questo caso potrai fare affidamento sui fertilizzanti in stick da inserire dove penserai di piantumare o vicino alle radici delle piante che hai già in vasca.

Conclusioni

Come ben avremo capito la fertilizzazione è davvero molto importante perché ci permetterà di avere un ecosistema completamente funzionante e autonomo, garantendo una buona salute sia alle piante che ai nostri pesci!

Lascia un commento